Con l'home staging la casa si vende in un terzo del tempo



Con l’home staging la casa si vende più velocemente. Grazie a una presentazione degli ambienti più studiata e accurata, l’acquirente è infatti in genere più invogliato alla visita dell’immobile e al conseguente acquisto. Così la tempistica si può ridurre addirittura di oltre i 70%. Ma in cosa consiste l’home staging?
Cambiare la disposizione dei mobili, dare un tocco del giusto colore, scegliere i complementi più adatti e curare l’illuminazione. Bastano pochi interventi, non strutturali e temporanei, assieme a un servizio fotografico realizzato da un professionista, per cambiare volto a una casa e far scattare il colpo di fulmine con i compratori.


L’home stager è un professionista che unisce conoscenze di arredamento d’interni, decorazione, fotografia e marketing immobiliare per presentare al meglio un immobile destinato alla vendita. Non ristruttura la casa, né l’arreda in modo definitivo. L’home stager mette in scena l’abitazione con il preciso obiettivo di svelarne tutte le potenzialità a un target di compratori ben individuato. Possibili acquirenti che vedranno prima di tutto la casa attraverso le foto sul web, fondamentali per suscitare l’interesse iniziale fra mille proposte a portata di click, e poi visiteranno gli spazi allestiti ad hoc.




Il mercato immobiliare che si sta risvegliando, ma che è ancora piuttosto fermo, è fondamentale che la propria casa in vendita possa spiccare fra le altre. In Italia lo sconto medio sui prezzi di vendita è del 12,10%, per le case oggetto di home staging si riduce al 5%. Negli Usa si contatta un home stager prima di mettere in vendita la casa (sovente è la stessa agenzia immobiliare che svolge questo servizio), da noi invece troppo spesso si aspetta di avere un immobile invenduto da tempo prima di decidersi. Ma l’investimento viene subito ripagato.


Estratto da “Il Sole 24 ore”